CREMA DI PISELLI FRESCHI CON CIPOLLOTTI E MENTA

By giovedì, maggio 26, 2016 , , ,




Una regola aurea del bloggare è quella di non scrivere mai un post quando sei triste/arrabbiata/delusa ecc.
Quando, insomma, sei piena di sentimenti negativi.
Questo perchè, chi apre il tuo blog, si aspetta di passare qualche minuto in leggerezza leggendo il tuo post. 
Ma non solo. 
Se sei triste/arrabbiata/delusa ecc., molto probabilmente scriverai seguendo l'onda delle tue emozioni, scoprendo parti di te che è meglio non scoprire. Scriverai in modo esagerato senza mantenere la neutralità e la leggerezza che ci si aspetta da un buon post.
E quindi è sicuro che se sei triste/arrabbiata/delusa ecc. e scriverai un post poi te ne pentirai.
Questo è il motivo per cui io, oggi, non dovrei scrivere un post.
Ma, dopo un monologo interiore degno di Gollum, alla fine ho deciso di scriverlo lo stesso.
Questa crema di piselli va pubblicata.
Ovvio che, visto la natura soft delle foto, non posso certo mettermi a scrivere quello che penso in questo momento (no, fidatevi non lo volete sapere) altrimenti avrei dimostrato quello che molti già pensano e cioè che Gollum e le sue due personalità mi spicciano casa (dilettanti) e che il reparto neurodeliri è il luogo più adatto per ospitarmi (ma che me lo arredino in stile nordic-shabby mi raccomando!).
E quindi? 
Visto che non posso raccontare quello che veramente vorrei raccontare perchè poi me ne pentirei (mon dieu sto scrivendo come uno dei protagonisti di Gomorra), che vi dico?
Potrei raccontarvi le follie che mi sono passate in mente stamattina mentre cercavo di non pensare che avrei volentieri fatto fuori qualcuno (Gomorra esci da questo corpo!).
Precisamente queste sono le cose che la mia mente dissoluta ha partorito:

- dovrei/potrei tingermi i capelli, uscire dal tunnel del mio solito castano chiaro e lanciarmi in un voluttuoso color viola oppure diventare un'algida biondaquasibianca come va tanto di moda adesso (ma, riflettendoci, se ho pazienza di aspettare un po' presto diventerò comunque bianca in modo perfettamente naturale e pure a costo zero)

- dovrei tagliare (o far tagliare) l'erba del giardino che, va bene giardino naturale ed erbe spontanee, va bene che i papaveri sono bellissimi ma forse il fatto che io cominci a non vedere più la rete di recinzione dovrebbe farmi riflettere oltre al fatto che quando Giotto si addentra in quella giungla scompare alla nostra vista per intere mezz'ore (dove andrà? cosa fa? c'è forse un mondo segreto e parallelo fra i papaveri? è lì che il cagnolino bianco e marrone del mio cuore sta organizzando il suo perfido piano per conquistare il mondo?) 

- dovrei mettermi lo smalto azzurro. O verde. O blu cobalto. O anche no.

- potrei prendere un gattino. Dopo Miranda non ci sono più stati gatti stanziali qui. Solo che Mia odia i gatti. Li detesta quasi quanto detesta farsi pulire le orecchie. Potrebbe essere che se prendo un gatto potrei un giorno non trovarlo più. E troverei due cani investiti di omertà che giurerebbero di non aver visto niente. (Perchè c'era un gatto?)

- dovrei trovare la forza morale di dire quello che penso, ad alcune persone in particolare (ma troverei le parole giuste? O sarei fraintesa, come è già successo? Perchè le parole possono essere dei tranelli e non sempre quello che io dico è la stessa cosa che tu ascolti...)

- dovrei... potrei...

...




INGREDIENTI
500 grammi di piselli freschi già sgranati
2 cipollotti 
un mazzetto di menta fresca
uno spicchio d'aglio
olio extravergine
mezzo cucchiaino di zucchero
sale
peperoncino
germogli di soia e pane per servire

Un'altra ricetta all'insegna della semplicità, veramente qui la cosa più noiosa è forse quella di sgranare i piselli ma anche no se vi fate aiutare da qualcuno e intanto vi scambiate confidenze o se lo fate davanti alla finestra che dà sul giardino invaso dal sole...
In una casseruola ho fatto imbiondire dolcemente i cipollotti affettati e lo spicchio d'aglio, ho eliminato quest'ultimo e ho versato i piselli con qualche fogliolina di menta.
Ho coperto d'acqua e ho lasciato sobbollire piano finchè i piselli non sono diventati teneri.
Ho spento il fuoco, ho eliminato le foglie di menta, regolato di sale e aggiunto un po' di peperoncino.
Ho frullato tutto con il frullatore a immersione.
Ho servito la crema con germogli di soia e menta fresca.






You Might Also Like

3 commenti

  1. Sai che il tuo post, almeno nella parte iniziale, avrei potuto scriverlo io?!
    In questo periodo vorrei dirne quattro a qualcuno, ma...meglio fermarsi e contare fino a tre. O anche fino a cinque o sei....o a trenta...
    ...O gustare una deliziosa crema come la tua, che ci rimette in pace col mondo...
    Buona serata cara, e tieni duro...

    RispondiElimina
  2. adoro i piselli. Ho una bellissima pianta di menta sul balcone. Grazie per la ricetta.
    Grazie per le tue parole così vere...ti leggo sempre, non ho mai commentato, ma questa sera sì, mi piace la sincerità che si sente qua da te.
    Emanuela

    RispondiElimina
  3. Ahahah, che sagoma che sei. Ti vedrei bene coi capelli viola e lo smalto verde, ma è passato un anno da questo post, chissà. La crema di piselli è perfetta anche oggi che il tempo è da comfort food. Un bacio

    RispondiElimina

Lasciami un commento!